Cronaca

Polizia diffonde le immagini dello stupratore della bimba di 6 anni a Milano

Polizia diffonde le immagini dello stupratore della bimba di 6 anni a Milano. E’ un uomo tra 30 e i 40 anni, altro circa un metro e ottanta, orecchie sporgenti, magro, questo è l’identikit dell’uomo accusato di aver violentato l’11 settembre scorso una bambina di 6 anni nell’androne di un palazzo in zona Paolo Sarpi a Milano, nel cuore della  Chinatown milanese.

Gli investigatori della Squadra Mobile hanno deciso di diffondere le immagini delle telecamere installate in zona, dove vi si riconosce senza dubbio l’autore di questo atto ignobile verso una bambina. L’obbiettivo della diffusione delle immagini dell’uomo è di ottenere informazioni utili da parte dei cittadini. Se avete avvistato l’uomo o lo conoscete potete contattare la questura di Milano, oppure mediante whats app ai numeri 3667756783 o 3667756791.

Ricordiamo cosa è accaduto ai danni della bambina l’11 settembre scorso: Un uomo sconosciuto dalla carnagione chiara avrebbe avvicinato la bambina nel cortile di un palazzo, e dopo averla con la forza trascinata in una palazzina vicina, avrebbe tentato di abusare della bambina. La piccola si sarebbe riuscita a divincolarsi, provocando la fuga dell’uomo.

Successivamente i genitori hanno denunciato l’accaduto, ed è partita una vera e propria caccia all’uomo, la quale però ad oggi non ha ancora portato risultati. In un primo momento gli investigatori hanno mantenuto il più stretto riserbo sulla vicenda, fino a oggi la decisione di diffondere le immagini dell’aggressore per riuscire ad avere informazioni utili dai cittadini di Milano e oltre.

La bambina di origini cinesi ma nata in Italia, parlando con un psicologo ha raccontato: “Mi ha detto andiamo, ma io non volevo. Non conoscevo quell’uomo», avrebbe raccontato. «Mi ha preso per un spalla. Mi faceva male. Mi ha fatto entrare in un portone, ma non di casa mia, uno di un palazzo vicino. E continuava a spingermi fino a un cortile”.

Le grida della bambina hanno portato poi alla fuga dell’uomo, che aveva già i pantaloni abbassati.

Comments

comments

Avatar
Redazione
Le Gazzette d'Italia
http://legazzette.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *